This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Lunedì 08 agosto 2022 - 03:16

COMINCIA OGGI "FUTURO FERTILE", IL IV FORUM DI CONFAGRICOLTURA

Taormina, 25 mar 2010 (CHB) - Anche Confagricoltura Sardegna parteciperà al IV Forum Internazionale di Taormina. "L'Isola è tra le prime regioni in Italia a mettere in campo progetti di filiera volti ad aggregare gruppi di acquisto e di vendita", scrive l'associazione in una nota. Più reddito agli agricoltori, risposte alle aziende in difficoltà e una maggiore attenzione alla sicurezza alimentare". Questi i punti cardine del IV Forum " Futuro Fertile" organizzato a Taormina dal 25 al 27 marzo da Confagricoltura.

All'appuntamento economico internazionale parteciperanno anche i rappresentanti di Confagricoltura Sardegna, i presidenti regionale Gigi Picciau e i provinciali di Sassari Domenico Sole, di Oristano Antonio Vittorio Sanna e il commissario per Cagliari e Nuoro Giulio Vergati, che interverranno con proposte sul tema: l'agricoltura del terzo millennio. "Abbiamo già dei progetti in corso di filiera per aggregare gruppi di acquisti e di vendita - anticipa Picciau - la Sardegna è tra le prime regioni in Italia a condividere e ad allinearsi al progetto di Confagricoltura, ormai in fase di avanzato studio e in via di definizione."

Non solo analisi: nel forum di Confagricoltura si individueranno nuove linee strategiche giuridico economiche per superare gli inefficienti e obsoleti strumenti sino ad oggi a disposizione degli agricoltori per garantire alla filiera maggiore efficienza. Richieste e proposte verranno avanzate dal sindacato al mondo politico, per ripensare e riorganizzare l'agricoltura italiana. "Siamo imprenditori - ha sottolineato il presidente nazionale di Confagricoltura Federico Vecchioni - cerchiamo di fare tutto il possibile per dare futuro alle imprese agricole. E' questa la nostra responsabilità e ce la prendiamo tutta. L'agricoltura sta vivendo una crisi spaventosa non possiamo restare con le mani in mano, dobbiamo agire. Un banco di prova legislativo per il progetto di riforma targato Confagricoltura -conclude la nota - che sarà sottoposto al presidente della Camera Gianfranco Fini".

Alla tre giorni, parteciperanno anche l'assessore regionale all'Agricoltura Andrea Prato, il ministro per l'Ambiente Stefania Prestigiacomo, il viceministro del Commercio Estero Adolfo Urso, il sottosegretario alle Politiche Agricole Antonio Buonfiglio, il presidente della Commissione Agricoltura della Camera Paolo Russo e il vicepresidente Angelo Zucchi. Si spazierà dalle filiere al credito, dalla scienza alla politica senza trascurare la Green Economy ed il nuovo ruolo dell'agricoltore moderno concepito in chiave economica ed ambientale. Si affronteranno anche gli scenari futuri della politica agricola comune dopo il 2013, previsti gli interventi del neo Commissario Europeo dell'Agrcioltura, per la prima volta in visita ufficiale in Italia, il rumeno Dacian Ciolos che sarà accompagnato dal presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo Paolo De Castro e da Elena Espinosa, presidente di turno del Consiglio Europeo dei ministri dell'Agricoltura. (chartabianca 09:37)