This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Venerdì 28 gennaio 2022 - 03:59

PASQUA, FIPE SUD SARDEGNA: CALO 16% NEI RISTORANTI, APRE 95% STRUTTURE TURISTICHE

(CHB) - Cagliari, 02 apr 2015 - Rispetto al dato nazionale con la clientela in flessione fino al 15%, la Pasqua “bassa” non favorisce la scelta per i ristoranti per i giorni di festa nel Sud Sardegna, dove il 16% dei ristoratori intervistati evidenzia una diminuzione delle prenotazioni, mentre il 73% degli esercenti sentiti ritiene che il numero di coperti sia in linea con il 2014. Lo rileva l'Osservatorio Fipe di Confcommercio Sud Sardegna, che ha intervistato un campione dei propri associati, evidenziando che il 95% delle oltre 2.000 strutture del territorio aprirà nei giorni di Pasqua e Pasquetta: con alcune attività stagionali che apriranno per l’occasione.
La maggiore incidenza della contrazione sta nella clientela residente che preferisce soluzioni alternative all’offerta tradizionale dei ristoratori (es. agriturismo, ittiturismo, pranzi in famiglia o con amici).

MENU FISSO. L’81% dei ristoratori propone un menù fisso studiato per l’occasione, che si aggira sui 35 euro e privilegia la tradizione gastronomica locale; in particolare non mancano i secondi piatti tipici di carne e si conferma la tendenza ad un maggior utilizzo di materie prime stagionali provenienti dal territorio (km 0 – es. carciofo).
Rispetto agli anni passati i ristoratori hanno accentuato la destrutturazione del menu, con una contrazione del numero delle portate per migliorare il rapporto qualità/prezzo del pasto. Grande attenzione inoltre alla selezione dei vini locali, sempre più richiesti anche per i richiami dei buoni risultati di gradimento ed i premi nelle recenti fiere ed eventi settoriali.

BERTOLOTTI. “Con Pasqua 'bassa', numero di voli risicati e previsioni meteo non favorevoli non potevamo aspettarci di più – dice il presidente di Confcommercio Sud Sardegna, Alberto Bertolotti - non sarà certo un test attendibile per la stagione estiva e attendiamo il fine settimana lungo del 25 aprile e temperature più miti per cercare di capire come sarà l'estate 2015. Grazie solo all'operosità delle imprese però – conclude - potremo sperare in un piccolo segno più”. (CHARTABIANCA) red credito