This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Venerdì 28 gennaio 2022 - 02:54

SBARCO MIGRANTI, ARRU: OSPEDALI A DISPOSIZIONE, PRONTI AD AFFRONTARE EMERGENZA

(CHB) - Cagliari, 30 mag 2015 - “In questo momento è necessario evitare le polemiche e attivare, in maniera efficiente e solidale tutte le forze del sistema regionale sardo per accogliere 900 migranti che hanno bisogno d’aiuto, dopo aver lasciato il loro Paese rischiando la vita”. Lo dice l’assessore della Sanità Luigi Arru che sottolinea come siano state organizzate le operazioni di soccorso e controllo per la ricezione del più alto numero di profughi mai sbarcato nell’Isola.
Il Sistema sanitario sardo, sotto il coordinamento della Prefettura di Cagliari e della Presidenza della Giunta regionale, in accordo con la Protezione Civile, si è attivato per organizzare le operazioni di assistenza nel Porto Canale di Cagliari, dove circa 900 persone, tra adulti e bambini, stanno per sbarcare da una nave militare tedesca che li ha soccorsi in mezzo alle onde del Mediterraneo.

LE OPERAZIONI DI TRIAGE. Per una prima valutazione sulle condizioni di salute sarà a disposizione una squadra di 16 medici (12 dedicati alle visite degli adulti e 4 pediatri) e 10 infermieri, che potranno operare in ambulatori mobili predisposti dalla Protezione civile, contemporaneamente con le procedure di identificazione effettuate dalle forze di polizia. “Stiamo cercando di ridurre al minimo il rischio a livello sanitario – ha detto l’esponente della Giunta Pigliaru – intervenendo tempestivamente. Ripeto, non è il momento di creare panico: siamo pronti per la gestione di eventuali emergenze grazie alle autoambulanze medicalizzate del 118”.

LE PROCEDURE SANITARIE. A coordinare le procedure sanitarie nel porto è Silvana Tilocca, direttore del Dipartimento Igiene della Asl 8, esperta di medicina delle migrazioni. Tutti gli ospedali di Cagliari e della Sardegna sono stati preallertati, nel caso fosse necessaria una assistenza di secondo livello perché molti viaggiano da circa una settimana in condizioni disagiate. (CHARTABIANCA) red regione