This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Venerdì 28 gennaio 2022 - 02:52

INDUSTRIA: CENTRALE OTTANA E POLO TORTOLI ’- ARBATAX, CONFINDUSTRIA: SERVONO INTERVENTI

(CHB) - Nuoro, 08 mar 2016 - "Sullo stop della Centrale di Ottana, la Regione deve intervenire con forza, a tutti i livelli istituzionali”. Lo dice il presidente di Confindustria Sardegna Centrale, Roberto Bornioli, intervenendo sulla vertenza che coinvolge il sito industriale e la centrale elettrica ferma dal 31 dicembre scorso. “Nei tavoli ministeriali - aggiunge Bornioli - Terna lo scorso anno lo aveva detto espressamente: risparmiare e basta. Questo ha generato la fermata della centrale elettrica di Ottana e la cassa integrazione per i lavoratori, mentre il risparmio non c'è stato, ma è triplicata la spesa e questo qualche interrogativo lo pone”. Per Bornioli, dunque “la questione deve essere posta con forza a tutti i livelli e la Regione deve battere i pugni sui tavoli ministeriali”.

POLO INDUSTRIALE TORTOLI’- ARBATAX. Critiche da parte del numero uno di Confindustria centrale anche per la situazione dell’area industriale di Tortolì alla luce della vendita della gru che nel porto industriale di Arbatax veniva utilizzata per lo stivaggio delle barche. “Piove sul bagnato nell'area industriale di Tortolì e Arbatax. Anziché risolvere i tantissimi problemi già presenti, la situazione continua a peggiorare giorno dopo giorno e si toglie anche quel poco che c'è per mandare avanti un settore che è strategico per l'area industriale di Tortolì e per tutta l'Ogliastra”, attacca Bornioli dopo. “Dopo la vendita della gru, nel porto non c’è più un mezzo per la movimentazione delle barche. Un fatto gravissimo che mette in seria difficoltà un settore quello nautico e della cantieristica navale che ha enormi potenzialità e imprese di eccellenza”, aggiunge. Per Bornioli “ci sono grossi problemi di sicurezza nel porto, infrastrutture attese da anni che non arrivano, ritardi nell'acquisto del nuovo travel lift e adesso l'area industriale di Tortolì e il porto di Arbatax si trovano sprovviste di un mezzo di vitale importanza – conclude - come Confindustria ci attiveremo immediatamente affinché l’acquisto della gru sia inserito nel Progetto per l’Ogliastra. Se si vuole sostenere il settore nautico questo è il momento di dimostrarlo con i fatti”. (CHARTABIANCA) mpig imprese