This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Mercoledì 22 maggio 2024 - 03:39

OLEOTURISMO: 2° CONCORSO NAZIONALE CITTA' OLIO, SARDEGNA VINCE PREMIO INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA'

(CHB) - Cagliari, 12 mag 2022 - La Sardegna si aggiudica la Menzione Speciale “Premio Innovazione e Sostenibilità” nella categoria Tour operator/ Agenzie di Viaggio/Altri organizzatori (ProLoco e Associazioni) della seconda edizione del Concorso nazionale Turismo dell’Olio, l’iniziativa promossa dall’Associazione nazionale Città dell'Olio con il sostegno di Bene Assicurazioni, la collaborazione di Unaprol-Coldiretti, dell’Azienda Speciale della Cciaa di Roma Agro Camera e il patrocinio del Mipaaf e del Ministero della Transizione Ecologica.
A giudizio insindacabile della giuria di esperti presieduta da Roberta Garibaldi, la proposta “Sa Mola Glamping Experience” dell’Azienda Agricola Sa Mola di Escolca (Su) è risultata essere quella più innovativa e rispettosa dell’ambiente. L’offerta turistica proposta prevede una piacevolissima esperienza glamping dormendo tra gli ulivi in tenda o in una vintage roulotte a cui si aggiunge la visita all’azienda, la passeggiata tra gli ulivi centenari e la degustazione dei diversi oli prodotti, oltre ad un corso propedeutico di degustazione di olio extravergine. Nella motivazione si legge che l’esperienza è risultata vincente “per aver coniugato la voglia di avventura e la passione per i prodotti di qualità con l’attenzione alla sostenibilità”.
“Esperienze originali e attente all’ambiente come questa danno vitalità e slancio al turismo dell’olio. Per qualificare l’oleoturismo e trasformarlo in un volano per le piccole economie locali, è necessario essere creativi ed intercettare nuovi segmenti di mercato. L’esperienza sarda che ha vinto la menzione speciale del nostro Concorso, incarna lo spirito con cui le aziende possono e devono mettersi in gioco per riuscire ad essere competitive. Noi come Città dell’Olio siamo pronte a fornire loro supporto e sostegno in termini di formazione e qualificazione dell’offerta” Michele Sonnessa, Presidente delle Città dell’Olio.

I COMMENTI. “Complimenti ai vincitori e grazie per averci reso ancora una volta orgogliosi della nostra terra – ha dichiarato Giovanni Antonio Sechi Vice Presidente delle Città dell’Olio - la cultura dell’olio Evo qui ha radici antichissime e le Città dell’Olio sarde, fanno squadra per far crescere questo settore partendo dalla formazione dei produttori e degli operatori turistici e dalla valorizzazione di esperienze di qualità in cui il turista appassionato può immergersi conoscendo prodotto e territorio insieme”. “Una vittoria importante che riempie di orgoglio le Città dell’Olio sarde e dimostra che gli operatori della filiera olivicola e dell’accoglienza sono pronti a mettersi in gioco e a misurarsi con la costruzione di un’offerta turistica capace di integrare prodotto e paesaggio, identità e territorio” ha dichiarato Maura Boi Coordinatrice regionale delle Città dell’Olio della Sardegna. Tutti i partecipanti al Concorso prenderanno parte al primo Corso di formazione sull’oleoturismo. Un esperimento che non ha precedenti in Italia ed è realizzato dalle Città dell’Olio e Unaprol-Coldiretti. Il Corso di specializzazione in Management Turismo e Olio a cura della Prof.ssa Roberta Garibaldi ha obiettivo di offrire una formazione gratuita qualificata e specializzata agli operatori del settore. (CHARTABIANCA) red © Riproduzione riservata agricoltura