This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Venerdì 02 dicembre 2022 - 23:25

FONDAZIONE DI SARDEGNA: APPROVATI DOCUMENTI PROGRAMMATICI 2023-2025; STANZIATI 66,5 MLN

(CHB) - Cagliari, 30 set 2022 - La Fondazione di Sardegna ha approvato il Documento Programmatico Pluriennale 2023 – 2025 (Dpp) e il Documento Programmatico Annuale 2023 (Dpa). I documenti programmatici sono lo strumento attraverso il quale la Fondazione aggiorna il complesso di scelte e di interventi a favore dei territori e delle comunità della Sardegna"contemperando i numerosi bisogni del territorio con le risorse a disposizione, perseguendo nel contempo l’economicità della gestione attraverso il migliore impiego delle proprie disponibilità in relazione agli scopi statutari e la salvaguardia del patrimonio attraverso la massima redditività degli investimenti. Questo ha consentito alla Fondazione di evolvere verso un’interpretazione rinnovata della propria missione istituzionale, in linea con i cambiamenti che hanno coinvolto le Fondazioni di origine bancaria a livello nazionale, diversificando le proprie forme di intervento, affiancando all’attività erogativa di tipo tradizionale l’attuazione di iniziative e di progetti orientati all’innovazione e ritenuti di elevato impatto strategico. All’interno di questa strategia, la Fondazione ha scelto di aderire al Fondo per la Repubblica Digitale, iniziativa promossa a livello nazionale da Acri, l’Associazione che riunisce le Fondazioni di origine bancaria e le Casse di Risparmio, che rientra nell’ambito degli obiettivi di digitalizzazione previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e del Fondo Nazionale Complementare (Fnc)".
“Nel contesto particolarmente complesso e in continuo cambiamento che stiamo vivendo, la Fondazione è impegnata nel rendere sempre più efficace la propria azione di sostegno a favore dei territori e delle comunità della Sardegna, anche evolvendo verso un’azione di progettazione diretta che si aggiunge all’attività ordinaria – ha affermato il Presidente della Fondazione, Giacomo Spissu -.Ciò è reso possibile da una gestione finanziaria attenta che garantisce la redditività necessaria all’attività erogativa, salvaguardando la solidità patrimoniale dell’ente”.

L'IMPEGNO. L’impegno erogativo del triennio sarà pari a 66,5 milioni di euro. In base a questa massa di risorse indicate e approvate nel Documento Programmatico Pluriennale e in quello Annuale che hanno precisato le azioni per il 2023, la Fondazione ha confermato le impostazioni degli anni scorsi e ha incrementato il totale delle erogazioni per un importo medio annuo di circa 22,2 milioni di euro.

Nel triennio 2023-2025 l’azione della Fondazione sarà, quindi, orientata a perseguire i seguenti scopi di medio termine:
▪ selezionare investimenti orientati a criteri di sostenibilità ambientale, sociale ed etica (Esg), promuovere soluzioni innovative e pratiche dedicate alla sostenibilità ambientale, portare avanti il processo di modernizzazione dell’infrastruttura interna;
▪ sviluppare l’attività di progettazione, con l’obiettivo di sperimentare nuovi formati e avviare nuove forme di collaborazione con selezionati partner pubblici e privati;
▪ ampliare la progettualità in ambito artistico, della tecnologia e dell’innovazione, e sviluppare manifestazioni dedicate alla diffusione dell’arte e della cultura sul territorio regionale negli spazi propri della Fondazione, anche di recente acquisizione, gestiti direttamente o per il tramite della propria Società strumentale Innois. (CHARTABIANCA) red © Riproduzione riservata imprese credito