This site uses cookies.
Cookies are essential to get the best from our websites , in fact almost all use them.
Cookies store user preferences and other information that helps us improve our website.

If you want to learn more or opt out of all or some cookies check the Cookies Policy .

Click on accept to continue browsing, clicking on any item below nonetheless consent to the use of cookies.
Lunedì 22 luglio 2024 - 03:40

FS, "G. ARANCI-CIVITAVECCHIA? NESSUNO STOP AL COLLEGAMENTO"

Roma, 13 gennaio 2010 (CHB) - "Nessuno stop ai collegamenti con la Sardegna". E' la risposta della Rete ferroviaria italiana (gruppo Fs) alla notizia diffusa da alcuni organi di stampa sulla cancellazione del collegamento marittimo Civitavecchia - Golfo Aranci. In una nota le Ferrovie dello Stato precisano che Rete Ferroviaria Italiana, titolare della concessione del traghettamento ferroviario fra Sardegna e Penisola, "non ha mai dichiarato di voler interrompere il servizio, né di sottrarsi all'obbligo assunto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti"

"La sospensione a novembre e dicembre dei collegamenti marittimi - prosegue il documento - è stata causata dallo sciopero (tra l'altro dichiarato illegittimo dalla Commissione di Garanzia) del personale marittimo di RFI. Sciopero che è stato sospeso il 2 gennaio. Rete Ferroviaria Italiana, per le mutate condizioni del mercato, ha esclusivamente modificato le modalità organizzative, per contenere i costi e mantenere un tendenziale equilibrio nella gestione delle attività di navigazione fra Continente e Isole (Sardegna e Sicilia). Equilibrio peraltro richiesto dal quadro normativo vigente ed in una prospettiva di risorse pubbliche decrescenti. Nessuna chiusura del servizio - prosegue la nota - ma in una logica di sostenibilità economica una riorganizzazione industriale che consente, comunque, di garantire sempre le richieste di traghettamento di carri ferroviari fra Sardegna e Continente. Le corse mare, per il trasferimento di carri, carrozze o altro materiale rotabile, sono soddisfatte approntando, su richiesta, navi ferroviarie sui terminali di Civitavecchia e Golfo Aranci, sulla base di programmi di trasporto ad hoc concordati e formalizzati con le Imprese ferroviarie interessate. FS sottolinea come, allo stato attuale e negli scenari tendenziali, non vi è domanda di trasporto merci su carri ferroviari nella relazione Sardegna - Continente da parte di alcuna delle 37 Imprese ferroviarie operative in Italia".

Infine Rete Ferroviaria Italiana precisa che "tutte le corse mare richieste sono state soddisfatte e non sono mai stati messi in discussione i posti di lavoro del personale marittimo di Civitavecchia. Ai dipendenti, infatti, recentemente sono state offerte diverse alternative: riqualificazione professionale, in nuove attività; o riposizionamento geografico, per mantenere il profilo lavorativo" (chartabianca 15:49)